L’agripizzeria

Agriturismo Il Casaletto

Perché pizzeria agricola?

Perché siamo in campagna e dalla nostra terra abbiamo imparato prima di tutto a rispettare il tempo,  lento come quello di una lunga lievitazione.

Abbiamo capito il valore delle stagioni e del loro avvicendarsi perché la maggior parte degli ingredienti utilizzati vengono dal nostro orto o da produttori che la pensano come noi. 

Abbiamo imparato ad amare i sapori autentici come quelli dei nostri salumi.

Abbiamo appreso l’importanza di affidarci alla natura e ai saperi antichi come quelli che ci hanno portato all’utilizzo del lievito madre.

 

Una farina non vale l’altra

Abbiamo capito la rilevanza della diversità per questo abbiamo selezionato farine da grani italiani macinati a pietra  per ottenere differenti impasti in cui le sfumature di gusto e croccantezza possano meglio adattarsi ai vari topping

Andrea Pechini, pizzaiolo

Andrea Pechini, classe 1991, al Casaletto ci è arrivato uscendo dalla Scuola Alberghiera. Pensava  ai fornelli più che al forno, ma Marco Ceccobelli voleva dare alla  pizza la dignità di grande piatto, con materie prime di stagione e  selezionate e  ha  intuito che Andrea proprio tra lieviti e farine avrebbe potuto fare la differenza. Così è stato. Da quel momento Andrea Pechini ha iniziato ad approfondire le sue conoscenze con corsi di perfezionamento, studiando tra gli altri con Simone Calore e Corrado Assenza. Ha affinato la tecnica e raffinato il talento che hanno portato nel 2017 l’Agriturismo Il Casaletto alla conquista dei Tre Spicchi del Gambero Rosso.

Andrea ha sperimentato e ha trovato nella pizza il luogo dove esprimersi al meglio recuperando la sua passione per la cucina gourmet con abbinamenti creativi e sempre equilibrati.

Le sue pizze sono un percorso gustativo tutto da scoprire.

La lievitazione non ha più segreti per lui, ormai pane, panettoni e dolci lievitati del Casaletto hanno tutti la sua firma.

Sfoglia la nostra carta dei vini

Da una passione e da assaggi condivisi con amici esperti degustatori, la conoscenza diretta dell’azienda e dei vignaioli per poter dare al vino la lunghezza di una storia con non finisce con il calice.

Gallery